Wildling Shoes: piedi liberi ma protetti

Wildling vuole di più: scarpe che siano salutari. Scarpe che promuovano il movimento e quindi la vita e la gioia. Scarpe che diano alle persone una sensazione di libertà e vicinanza alla natura. Scarpe fatte di materiali ecologici e sostenibili. Scarpe fatte con condizioni di lavoro eque. Una nuova generazione di scarpe.

08 Novembre 2019

Il punto di partenza dell’avventura di Wildling Shoes sono stati i tre figli dei fondatori Anna e Ran Yona. Per i primi anni della loro vita sono cresciuti in Israele, dove erano liberi di muoversi sempre scalzi. Una volta trasferitosi in Germania, in autunno bisognava comprare le prime scarpe, ma non sono riusciti a trovarne neanche un paio che gli permettesse di camminare in maniera naturale e che loro, abituati alla libertà dei piedi, volessero mettersi.

“Sembrava che ci fosse qualcosa di fondamentalmente sbagliato con le scarpe per bambini. Le statistiche ce lo hanno confermato: il 98% dei bambini nasce con i piedi sani, ma solo il 20% mantengono questi piedi sani fino all'età adulta. Il problema sono spesso scarpe che calzano male e che hanno una struttura sbagliata. C’era bisogno di un nuovo concetto per una nuova generazione di scarpe!”

Quando per la prima volta hanno presentato la loro idea, gli è stato detto, che non era possibile fare una scarpe del genere. Poi invece, insieme a calzolai, stilisti e modellatori hanno sviluppato una scarpa completamente nuova - nella forma, nei materiali usati e soprattutto nella suola. Ispirata dai Ninja Boots giapponesi, questa suola offre una flessibilità assoluta nei punti di maggior flessione del piede. Nello stesso momento protegge il piede esattamente là dove ha bisogno di essere protetto.

Tradizionalmente si pensa, che ai piedi serva un supporto. Da Wildling Shoes invece si è convinti che i piedi nascano sani e abbiano solo bisogno della possibilità di svilupparsi in modo naturale.

Le Wildling vengono realizzate quasi esclusivamente a mano da aziende tradizionali portoghesi che si sono specializzate nella produzione di scarpe di alta qualità da decenni. Nella selezione dei partner di produzione, Wildling, oltre alla qualità dell'artigianato, si concentra soprattutto sulle condizioni di lavoro eque e gli standard ambientali.

Anche nella scelta dei materiali Wildling punta su tessuti naturali e sostenibili. Il cotone (organico), la canapa, il lino, il sughero o la lana cotta rappresentano buone alternative alla pelle o alla plastica. Per mantenere brevi le rotte di consegna, per sostenere piccole imprese regionali e per garantire una produzione equa, la maggior parte dei materiali usati sono prodotti in Germania e in Europa.

Anche se all’inizio sembrava un’idea folle, ormai Wildling ha più di cento dipendenti che lavorano in gran parte con orari flessibili da casa e sono distribuiti in tutta la Germania e oltre. Trasparenza, flessibilità e una struttura decentralizzata sono la base per creare le condizioni che permettono ad ognuno di sviluppare le proprie competenze al massimo.

Così, Wildling crea non solo un nuovo modo di pensare le scarpe, ma anche di pensare il lavoro.

di Sergio Tonon

Posta un commento